Nel comune di Ladispoli in località Marina di San Nicola è presente una grande struttura d’epoca romana. La zona si estende per circa due ettari ed è situata tra la linea costiera ed il torrente Cupino. Dagli scavi effettuati dalla sovrintendenza si è compreso che non si tratta di una singola villa marittima, ma di un centro proto-urbano probabilmente connesso alla vicina colonia romana di Alsium (247 A.C.) e che dovesse ospitare almeno cento abitanti. Il complesso urbano fu abitato con continuità dalla fine del I sec.A.C. fino al V sec.D.C. Attualmente l’area archeologica è divisa in tre zone. La prima zona, quella più antica, è adiacente la spiaggia e si estende per un’area rettangolare di 200 m per 130 m. Qui c’era la villa dotata di un criptoportico lungo 80 m e alto 3.5 m. Sopra il criptoportico c’era un lungo porticato con colonne e mura intonacate. Il pavimento era a mosaico (tasselli bianchi e neri) con figure geometriche e vegetali. Alla fine del criptoportico c’era un alto edificio residenziale (turris) dotato di una scala per accedere alla spiaggia. Parallelo al criptoportico è un viale aperto delimitato da delle mura in opus reticolatum. La seconda zona archeologica si trova a nord-ovest della villa e consiste in una serie di stanze adibite a magazzini. La terza zona si trova adiacente il torrente Cupino e consiste in una strada selciata lunga 100m che dalla spiaggia porta ad una serie di vasche ornamentali, da qui partiva una strada che collegava l’edificio alla strada aurelia. Molti pensano che qui vi sia l’antico porto di Alsium,ma non ci sono prove certe. Secondo Cicerone (Pro Milone 20, 54) ad Alsium c’era la grande villa di Pompeo Magno (106-48 A.C.). Per tale motivo l’edificio è comunemente conosciuto come la “Villa di Pompeo”, ma elementi comprovanti tale ipotesi non sono ancora stati trovati. Tutto ciò che sappiamo, da alcune “fistulae aquariae” recanti il bollo “DEI SOLIS MAGNI ELAGABALI”, è che tutto il complesso urbano fu confiscato in epoca cesariana per essere annesso al demanio. Interessante è stato il ritrovamento di un’ erma (busto marmoreo) bifronte di Asclepio.
                 


       


Rollover Button Generator by Free-Buttons.org v2.0